Autore PAOLO BORGOGNONE

Titolo FREDDIE MERCURY

Collana DKOS SETTENOTE

Argomento MUSICA E SPETTACOLO

Pagine 336

Prezzo 18.00

Formato 14.00x21.00 cm

Legatura brossura con alette

EAN 9788836160112

FREDDIE MERCURY

Una vita passata all’insegna del cambiamento, della continua ricerca del nuovo, dell’inaspettato, del sorprendente. Dentro e fuori di sé. E’ il riassunto della breve e travolgente parabola esistenziale di Farrokh Bulsara, in arte e per tutto il mondo Freddie Mercury. Un viaggio iniziato nella comunità Parsi – una minoranza zoroastriana emigrata dalla Persia alle zone tra India e Pakistan – nella città di Stone Town, Zanzibar e proseguita prima alla St Peter’s Boy School di Panchigani, India, dove la famiglia si era trasferita e poi a Londra, dove quello che diventerà uno dei front man più famosi della storia del rock arriva nel 1964. 

Dall’incontro nel 1970 con un paio di musicisti a caccia di gloria – il chitarrista Brian May e il batterista Roger Taylor -nascerà un  gruppo destinato a scalare le classifiche e rivoluzionare il modo di fare, vedere e sentire la musica per sempre, i Queen.  

Dotato di una presenza scenica unica la mondo e di una voce altrettanto singolare e in grado di realizzare un’estensione inusuale, Freddie Mercury, come aveva deciso di farsi chiamare, ha dominato i palcoscenici prima del Regno Unito e poi del resto del mondo. Realizzando col suo gruppo 15 dischi, di cui l’ultimo “Made in Heaven” uscirà dopo la sua scomparsa avvenuta nel 1991, a cui si devono sommare altre due uscite, un disco come solista e uno duettato con la grande cantante lirica spagnola Montserrat Caballé.  

La sua vita sul palco e fuori è stata spezzata dall’AIDS, diagnosticato al cantante nel 1987 e confermato alla stampa il 24 novembre del 1991. Solo 24 ore dopo arriva l’annuncio della scomparsa di Mercury e la casa di Garden Lodge, a Kensington, nel centro di Londra, diventa meta di pellegrinaggio di migliaia di fan attoniti. 

La musica di Mercury e del suo gruppo non è però scomparsa con lui e ancora oggi a quasi 30 anni dalla sua morte, la figura del cantante dei Queen è riconosciuta come una delle più influenti dell’intero panorama mondiale.